Salta al contenuto

Utenti accreditati

chiudi il menù

Assofer: rilanciare la rotaia in Italia - Dettaglio News

Dettaglio News

Assofer: rilanciare la rotaia in Italia

Assofer: rilanciare la rotaia in Italia

"In Italia, il cargo ferroviario si avvia mestamente verso la chiusura": queste le parole di Assofer, l'associazione degli operatori ferroviari e intermodali che, nei prossimi mesi, prevede un ulteriore declino del trasporto italiano, chiedendo un intervento del Governo verso il cargo ferroviario, considerato che recentemente Trenitalia ha tagliato il servizio di trasporto a carro singolo nell'ambito di una politica per il contenimento dei costi. Sulla politica dei controlli Assofer chiede un maggiore coordinamento europeo, rivolgendosi in particolare all'agenzia italiana per la sicurezza ferroviaria, Ansf. "In Italia, il gruppo FS si rende indisponibile a garantire la sicurezza della circolazione, strumentalizzando le azioni dell'Ansf - si legge in una nota di Assofer -, per esempio con la disattivazione delle officine presenti lungo la rete o con la dismissione degli uffici tecnici". Nel testo si aggiunge: "la percezione, che ormai è più di una certezza, è che in Italia si pensa di incrementare la sicurezza del trasporto ferroviario fermando tutto il traffico merci". Secondo l'associazione, Il provvedimento di Trenitalia di tagliare il trasporto a carro singolo coinvolge anche i carri destinati alle officine per controlli di legge o manutenzione e che raramente vengono portati in convogli interi. Quindi sarà necessario affrontare anche questo problema, istituendo ad esempio un vettore specializzato nel "soccorso" ferroviario. "Il piano di FS, unicamente votato all'alta velocità passeggeri, ha progressivamente distrutto il sistema ferroviario merci italiano sia convenzionale che intermodale. RFI non investe più a sufficienza nella rete tradizionale, adeguandola alle necessità del trasporto merci".

(fonte: Trasporto Europa)