Salta al contenuto

Utenti accreditati

chiudi il menù

Piattaforma CUDE

Servizi online

Piattaforma CUDE

Per semplificare la mobilità delle persone con disabilità su tutto il territorio italiano, il Decreto ministeriale del 5 luglio 2021 ha istituito una banca dati nazionale.  Grazie a una gestione delle autorizzazioni coordinata su tutto il territorio, chi deve spostarsi da un Comune all'altro, non deve più comunicare l'ingresso nelle aree a traffico limitato situate in comuni diversi da quello di riferimento.

Dal 23 maggio 2022 è attiva una fase di sperimentazione che prevede l'accesso alla Piattaforma solo per i Comuni aderenti e ai titolari di contrassegno di tali Comuni.

La funzionalità è disponibile, previa autenticazione, nella propria area riservata, sotto la voce Accesso ai servizi ---> Piattaforma unica contrassegno disabili - CUDE.

 
 

 

 

Comuni aderenti alla sperimentazione

Consulta l'elenco dei Comuni che aderiscono alla sperimentazione per sapere se puoi richiedere di aderire alla piattaforma Cude e in quali Comuni sono applicate le nuove norme.

Visualizza elenco  dei comuni aderenti

Visualizza la mappa dei comuni aderenti 

 

Piattaforma Cude per i titolari di contrassegno: fase sperimentale

La piattaforma unica nazionale informatica per le targhe associate al Cude (contrassegno unificato disabili europeo) è la  soluzione tecnologica che semplifica la mobilità tra comuni diversi per i titolari del Cude: chi deve spostarsi da un Comune all'altro non deve più comunicare l'ingresso nelle aree a traffico limitato situate in comuni diversi da quello di residenza.

Piattaforma Cude per Comuni ed Enti delegati dai Comuni: fase sperimentale

L'obiettivo della piattaforma è agevolare la mobilità delle persone titolari di Contrassegno unificato disabili europeo (Cude) sull'intero territorio nazionale attraverso l'istituzione di una piattaforma unica nazionale informatica presso l'Archivio nazionale dei veicoli del Mims. Comuni e, per loro conto, Enti delegati dai Comuni stessi sono chiamati a predisporre il popolamento della piattaforma.

Piattaforma Cude per gli organi dei servizi di polizia stradale: fase sperimentale

La piattaforma Cude è volta a semplificare la mobilità tra Comuni diversi per i titolari del Contrassegno unificato disabili europeo e, in particolare, la circolazione stradale nelle zone a traffico limitato e nelle strade e/o corsie dove vigono divieti e limitazioni.