Acquistare, immatricolare e vendere un veicolo a motore in un altro Stato Membro

Ultimo aggiornamento 04 Ottobre 2022 a cura del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili

Requisiti per la circolazione o l′immatricolazione in Italia di un veicolo proveniente da un altro paese dell'UE

Se non sei residente in Italia, puoi circolare sul territorio italiano con il tuo veicolo, immatricolato in un altro Stato membro, per il periodo massimo di un anno.

Se sei residente in Italia da più di 3 mesi, devi immatricolare il veicolo in Italia.

Se sei un privato cittadino e importi in Italia il tuo veicolo (nuovo o usato) per fini privati, di solito non sei tenuto a versare l'IVA.

Per poter immatricolare il tuo veicolo, dovrai prima presentare una domanda alla Direzione Provinciale dell′Agenzia delle Entrate per la verifica sulla sussistenza delle condizioni di esclusione dal versamento dell′IVA. Puoi trovare le informazioni necessarie consultando il provvedimento del Direttore dell′Agenzia delle Entrate del 17 luglio 2020 al seguente link:

www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/2570158/Provvedimento+del+17.07.2020_..pdf

La Direzione Provinciale dell′Agenzia delle entrate provvede a comunicare gli elementi identificativi del tuo veicolo al centro elaborazione dati (C.E.D.) della Motorizzazione per consentire l′immatricolazione.

Se vuoi contattare la Direzione Provinciale dell′Agenzia delle Entrate per avere ulteriori informazioni, clicca sul seguente link e seleziona la regione e la città più vicine a te:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/web/guest/siti-web-regionali

Per immatricolare il tuo veicolo devi presentare una sola domanda diretta all'Ufficio della Motorizzazione e all'Ufficio Provinciale del Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) competenti.

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare i contatti degli Uffici Provinciali del P.R.A., clicca sul link: ACI - Contatti / Ufficio Relazioni con il Pubblico ; alla voce “Scegli l′ufficio” seleziona “Ufficio PRA” e alla voce “Scegli la Provincia” seleziona la città più vicina a te.

Il modulo della domanda è denominato “istanza unificata” e contiene le tue generalità (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo della residenza in Italia) e i dati identificativi del tuo veicolo (targa o numero di telaio, anno di prima immatricolazione all′estero, data di importazione in Italia, data dell′ultima revisione effettuata).

Il modulo è disponibile online, con l′informativa privacy e le istruzioni di compilazione, su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/modulistica-documento-unico

Puoi prenderne visione del modulo e scaricarlo in formato PDF nella versione in lingua italiana e nella versione bilingue italiano-tedesco. Puoi prenderne visione e scaricarlo anche nella versione di cortesia in lingua inglese.

Puoi scaricare il modulo della domanda anche dal portale dell′Automobile Club d′Italia (ACI) al seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica.html

La domanda può essere più facilmente compilata e sottoscritta direttamente in formato digitale recandosi ad uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) attivo presso l′Ufficio della Motorizzazione, l′Ufficio provinciale P.R.A. o uno Studio di Consulenza Automobilistica abilitato.

Lo STA rilascia una carta di circolazione che ha valore di Documento Unico di circolazione e proprietà.

All'istanza dovrai allegare:

Gli importi dovuti sono disponibili sui tariffari reperibili su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: https://www.ilportaledellautomobilista.it/documents/56611/82780328/TARIFFARIO_SDG_IT.pdf nonché sul portale dell'A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/acquisto-veicolo-nuovo.html

Su entrambi i portali potrai effettuare, dopo la registrazione, il pagamento on line.

Il pagamento può anche essere effettuato presso gli STA che provvedono mediante modalità on-line.

Condizioni o requisiti speciali per la circolazione o l′immatricolazione di un veicolo per :

Se sei uno studente proveniente da altri Paesi UE, non sono previste condizioni o requisiti speciali per l′immatricolazione di un veicolo in Italia. Devi immatricolare il tuo veicolo solo se:

In alternativa, puoi circolare in Italia con il tuo veicolo immatricolato in altro Paese della UE per il periodo massimo di un anno.

Se sei cittadino della UE e hai un rapporto stabile con l′Italia, pur non essendo residente, puoi immatricolare il tuo veicolo eleggendo domicilio presso un′altra persona fisica residente in Italia, o presso uno Studio di Consulenza Automobilistica

Se sei un lavoratore pendolare transfrontaliero di un altro paese membro, e non sei residente in Italia, puoi transitare sul territorio italiano con il tuo veicolo immatricolato all′estero.

Se sei un lavoratore subordinato o autonomo, residente in Italia, che esercita la propria attività professionale nel territorio di un altro stato limitrofo o confinante, puoi circolare in Italia, senza limiti di tempo, con il tuo veicolo immatricolato nello stato limitrofo o confinante a condizione che lo registri nel REVE (Registro dei veicoli esteri) tenuto dal PRA (Pubblico registro automobilistico). Il tuo veicolo, registrato nel REVE, può essere utilizzato anche dai tuoi familiari conviventi.

Se sei un lavoratore subordinato o autonomo, residente in Italia, che esercita la propria attività professionale nel territorio di un altro stato limitrofo o confinante, puoi circolare in Italia, senza limiti di tempo, con il veicolo intestato alla Azienda presso cui lavori, se lo utilizzi per più di 30 giorni, anche non continuativi, nell'anno solare. Anche in questo caso devi registrare il veicolo al REVE e a bordo devi sempre avere con te un documento, con data certa e sottoscritto dall′Azienda proprietaria del veicolo, che attesta il titolo (esempio: comodato aziendale) e la durata della disponibilità del veicolo.

Se trasferisci la tua residenza nello stesso Comune o in un altro Comune italiano, o se cedi l′uso del veicolo ad un′altra persona residente in Italia, devi aggiornare i dati presenti nel REVE.

Per ulteriori dettagli, consulta il seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/registro-dei-veicoli-esteri-reve.html

Se non hai la residenza italiana e vieni in Italia con un veicolo immatricolato all′estero e che hai preso in locazione senza conducente o in leasing, puoi circolare liberamente per il periodo massimo di un anno. A bordo del veicolo devi sempre tenere il contratto di locazione o di leasing.

Se sei residente in Italia, puoi circolare con un veicolo in locazione senza conducente o in leasing immatricolato all′estero a condizione che lo iscrivi nel REVE. . A bordo del veicolo devi sempre tenere il contratto di locazione o di leasing.

Sanzioni o multe per il mancato rispetto delle norme di immatricolazione o di iscrizione nel REVE

Se sei residente in Italia da più di 3 mesi e non hai ancora immatricolato qui il tuo veicolo proveniente dall′estero, gli Organi di polizia ti possono applicare queste sanzioni:

Se sei un lavoratore subordinato o autonomo, residente in Italia, che esercita la propria attività professionale nel territorio di un altro stato limitrofo o confinante e utilizzi un veicolo intestato alla Azienda per cui lavori, gli organi di Polizia ti possono applicare queste sanzioni:

  1. se a bordo non hai con te il documento che attesta il titolo in base al quale hai la disponibilità del veicolo:
    • pagamento di una somma da euro 250 a euro 1.000;
    • fermo del veicolo, che pertanto non può circolare, ed obbligo di esibire il documento agli Organi di polizia entro 30 giorni;
    • ulteriore pagamento di una somma da € 727 a € 3.629 se non esibisci il documento entro 30 giorni.
    Il veicolo può di nuovo circolare solo dopo che hai esibito il documento agli organi di polizia.
  2. se non iscrivi il veicolo nel REVE:
    • pagamento di una somma da euro 712 a euro 3.558;
    • ritiro della carta di circolazione, e pertanto il veicolo non può circolare;
    • ulteriore pagamento di una somma da € 2.046 a € 8.186 e fermo amministrativo del veicolo, se circoli durante il periodo in cui la carta di circolazione è ritirata;
    • confisca del veicolo, se circoli nel periodo in cui il veicolo è in fermo amministrativo.
    Gli Organi di Polizia ti restituiscono la carta di circolazione dopo che hai iscritto il veicolo nel REVE.

Immatricolazione di un veicolo nuovo acquistato in Italia

Per immatricolare un veicolo nuovo acquistato in Italia, devi presentare una sola domanda diretta all'Ufficio della Motorizzazione e all'Ufficio Provinciale del Pubblico Registro Automobilistico (P.R.A.) competenti.

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare i contatti degli Uffici Provinciali del P.R.A., clicca sul link: ACI - Contatti / Ufficio Relazioni con il Pubblico ; alla voce “Scegli l′ufficio” seleziona “Ufficio PRA” e alla voce “Scegli la Provincia” seleziona la città più vicina a te.

Il modulo della domanda è denominato “istanza unificata” e contiene le tue generalità (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo della residenza in Italia) e i dati identificativi del tuo veicolo (targa o numero di telaio, anno di prima immatricolazione all′estero, data di importazione in Italia, data dell′ultima revisione effettuata).

Il modulo è disponibile online, con l′informativa privacy e le istruzioni di compilazione, su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/modulistica-documento-unico

Puoi prenderne visione del modulo e scaricarlo in formato PDF nella versione in lingua italiana e nella versione bilingue italiano-tedesco. Puoi prenderne visione e scaricarlo anche nella versione di cortesia in lingua inglese.

Puoi scaricare il modulo della domanda anche dal portale dell′Automobile Club d′Italia (ACI) al seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica.html

La domanda può essere più facilmente compilata e sottoscritta direttamente in formato digitale recandosi ad uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) attivo presso l′Ufficio della Motorizzazione, l′Ufficio provinciale P.R.A. o uno Studio di Consulenza Automobilistica abilitato.

Lo STA rilascia una carta di circolazione che ha valore di Documento Unico di circolazione e proprietà.

All'istanza dovrai allegare:

Gli importi dovuti sono disponibili sui tariffari reperibili su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: https://www.ilportaledellautomobilista.it/documents/56611/82780328/TARIFFARIO_SDG_IT.pdf nonché sul portale dell'A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/acquisto-veicolo-nuovo.html

Su entrambi i portali potrai effettuare, dopo la registrazione, il pagamento on line.

Il pagamento può anche essere effettuato presso gli STA che provvedono mediante modalità on-line.

Immatricolazione di un veicolo usato acquistato in Italia

Se acquisti un veicolo già immatricolato in Italia dovrai recarti insieme al venditore presso uno Sportello telematico dell′automobilista (STA), attivo presso gli Uffici della Motorizzazione, gli Uffici Provinciali del PRA e presso gli Studi di consulenza automobilistica abilitati, per effettuare l′atto di vendita.

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare i contatti degli Uffici Provinciali del P.R.A., clicca sul link: ACI - Contatti / Ufficio Relazioni con il Pubblico ; alla voce “Scegli l′ufficio” seleziona “Ufficio PRA” e alla voce “Scegli la Provincia” seleziona la città più vicina a te.

L′atto di vendita è sottoscritto dal venditore e la sua firma viene autenticata dal responsabile dello STA.

Effettuato l′atto di vendita, potrai (anche contestualmente) presentare una sola domanda diretta all'Ufficio Provinciale della Motorizzazione e all'Ufficio Provinciale P.R.A. competenti, per chiedere il passaggio di proprietà del veicolo a tuo nome.

Il modulo della domanda è denominato “istanza unificata” e contiene le tue generalità (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo della residenza in Italia) e i dati identificativi del tuo veicolo (targa o numero di telaio, anno di prima immatricolazione all′estero, data di importazione in Italia, data dell′ultima revisione effettuata).

Il modulo è disponibile online, con l′informativa privacy e le istruzioni di compilazione, su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/modulistica-documento-unico

Puoi prenderne visione del modulo e scaricarlo in formato PDF nella versione in lingua italiana e nella versione bilingue italiano-tedesco. Puoi prenderne visione e scaricarlo anche nella versione di cortesia in lingua inglese.

Puoi scaricare il modulo della domanda anche dal portale dell′Automobile Club d′Italia (ACI) al seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica.html

La domanda può essere più facilmente compilata e sottoscritta direttamente in formato digitale recandosi ad uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) attivo presso l′Ufficio della Motorizzazione, l′Ufficio provinciale P.R.A. o uno Studio di Consulenza Automobilistica abilitato.

Lo STA rilascia una carta di circolazione che ha valore di Documento Unico di circolazione e proprietà.

All'istanza dovrai allegare:

Gli importi dovuti sono disponibili sui tariffari reperibili su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: https://www.ilportaledellautomobilista.it/documents/56611/82780328/TARIFFARIO_SDG_IT.pdf nonché sul portale dell'A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/acquisto-veicolo-nuovo.html

Su entrambi i portali potrai effettuare, dopo la registrazione, il pagamento on line.

Il pagamento può anche essere effettuato presso gli STA che provvedono mediante modalità on-line.

Pagamento della tassa di possesso di veicoli immatricolati in Italia

Soltanto i veicoli immatricolati in Italia sono soggetti al pagamento annuale del “bollo auto”, in favore della Regione nella quale hai stabilito la tua residenza.

Se non hai la residenza italiana ma hai un rapporto stabile con il territorio italiano (studente, proprietario di seconda casa, ecc.) e hai immatricolato un veicolo eleggendo domicilio presso una persona fisica residente in Italia o presso uno Studio di consulenza automobilistica, devi pagare la tassa di possesso in favore della Regione in cui si trova la città dove hai eletto il tuo domicilio.

Le singole Regioni decidono in merito agli eventuali benefici, prevedendo riduzioni dell′importo del “bollo auto” per alcune tipologie di veicoli o di persone (ad esempio, per i veicoli meno inquinanti e per i veicoli di proprietà di persone disabili).

Queste informazioni sono disponibili sul portale dell' A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/servizi-online/bollo-auto.html , che ti consente di effettuare sia il calcolo del “bollo auto” sia di effettuare il pagamento on line.

Controlli tecnici periodici dei veicoli immatricolati in Italia

Se il tuo veicolo è immatricolato in Italia, devi eseguire la revisione finalizzata ad accertare che il veicolo:

I criteri, i tempi e le modalità per effettuare la revisione sono diversi a seconda del tipo di veicolo, in applicazione delle disposizioni comunitarie in materia.

Per le autovetture, l′obbligo di revisione è previsto il 4° anno successivo alla data di prima immatricolazione; in seguito, la cadenza è ogni due anni.

Potrai effettuare la revisione presso gli uffici della Motorizzazione Civile previa prenotazione (per tutti i tipi di veicoli) o presso le officine di riparazione meccanica autorizzate (per i veicoli di massa complessiva minore o uguale a 3.5 t).

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare le officine di riparazione meccanica autorizzate più vicine a te, utilizza il motore di ricerca che trovi su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: Il portale dell'Automobilista - Ricerca officine autorizzate (ilportaledellautomobilista.it) .

Per quanto riguarda i costi, consulta il tariffario disponibile su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

Dopo la registrazione, potrai effettuare il pagamento on line.

Cancellazione per esportazione di un veicolo immatricolato in Italia

La regola generale che vige in Italia prevede che il veicolo deve essere cancellato prima della sua esportazione. Chi non osserva questo obbligo può essere sanzionato con il pagamento di una somma che va da un minimo di € 173,00 ad un massimo di € 694,00.

Trasferimento all′estero con il proprio veicolo immatricolato in Italia

Se vuoi esportare definitivamente all′estero un veicolo dovrai prima effettuare la cancellazione “per definitiva esportazione all′estero” dall‘Archivio Nazionale dei Veicoli e dal Pubblico Registro Automobilistico.

Il veicolo, per poter essere cancellato “per definitiva esportazione all′estero”, non deve avere la revisione scaduta di validità o comunque non deve ancora essere scaduto il termine per la sottoposizione alla prima revisione.

Dovrai presentare una sola domanda rivolta all′Ufficio della Motorizzazione e all′Ufficio Provinciale PRA competenti allegando:

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare i contatti degli Uffici Provinciali del P.R.A., clicca sul link: ACI - Contatti / Ufficio Relazioni con il Pubblico ; alla voce “Scegli l′ufficio” seleziona “Ufficio PRA” e alla voce “Scegli la Provincia” seleziona la città più vicina a te.

Il modulo della domanda è denominato “istanza unificata” e contiene le tue generalità (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo della residenza in Italia) e i dati identificativi del tuo veicolo (targa o numero di telaio, anno di prima immatricolazione all′estero, data di importazione in Italia, data dell′ultima revisione effettuata).

Il modulo è disponibile online, con l′informativa privacy e le istruzioni di compilazione, su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/modulistica-documento-unico

Puoi prenderne visione del modulo e scaricarlo in formato PDF nella versione in lingua italiana e nella versione bilingue italiano-tedesco. Puoi prenderne visione e scaricarlo anche nella versione di cortesia in lingua inglese.

Puoi scaricare il modulo della domanda anche dal portale dell′Automobile Club d′Italia (ACI) al seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica.html

La domanda può essere più facilmente compilata e sottoscritta direttamente in formato digitale recandosi ad uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) attivo presso l′Ufficio della Motorizzazione, l′Ufficio provinciale P.R.A. o uno Studio di Consulenza Automobilistica abilitato.

Gli importi dovuti sono disponibili sui tariffari reperibili su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: https://www.ilportaledellautomobilista.it/documents/56611/82780328/TARIFFARIO_SDG_IT.pdf nonché sul portale dell'A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/acquisto-veicolo-nuovo.html

Su entrambi i portali potrai effettuare, dopo la registrazione, il pagamento on line.

Potrai effettuare il pagamento anche presso gli S.T.A. che provvedono mediante modalità on-line.

Lo STA rilascia un documento unico di circolazione e di proprietà, non valido per la circolazione, attestante che il veicolo è stato cancellato in Italia. Con questo documento, il veicolo può essere reimmatricolato nello Stato di destinazione.

Se hai la necessità di raggiungere il Paese estero di destinazione circolando con il tuo veicolo, potrai chiedere il rilascio del foglio di via e delle targhe provvisorie ad un Ufficio della Motorizzazione, oppure rivolgendoti a uno Studio di consulenza automobilistica.

Il foglio di via indica il percorso, la durata e le eventuali prescrizioni tecniche. La durata non può comunque essere superiore a sessanta giorni.

Con la cancellazione del veicolo cessa anche l'obbligo del pagamento del “bollo auto”.

Cancellazione di un veicolo immatricolato in Italia venduto ad un′altra persona che lo esporta

Se vendi il tuo veicolo immatricolato in Italia ad un′altra persona che lo vuole reimmatricolare all′estero, dovrai chiedere la sua cancellazione, “per definitiva esportazione all′estero”, dall′Archivio Nazionale dei Veicoli e dal P.R.A.

Dovrai presentare una sola domanda rivolta all′Ufficio della Motorizzazione e all′Ufficio Provinciale PRA competenti allegando:

Il veicolo, per poter essere cancellato “per definitiva esportazione all′estero”, non deve avere la revisione scaduta di validità o comunque non deve ancora essere scaduto il termine per la sottoposizione alla prima revisione.

Per trovare i contatti degli Uffici della Motorizzazione, clicca su questo link: Direzioni Generali Territoriali | mit ; seleziona l′area geografica di tuo interesse e clicca sul nome dell′ufficio ubicato nella città più vicina a te.

Per trovare i contatti degli Uffici Provinciali del P.R.A., clicca sul link: ACI - Contatti / Ufficio Relazioni con il Pubblico ; alla voce “Scegli l′ufficio” seleziona “Ufficio PRA” e alla voce “Scegli la Provincia” seleziona la città più vicina a te.

Il modulo della domanda è denominato “istanza unificata” e contiene le tue generalità (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, indirizzo della residenza in Italia) e i dati identificativi del tuo veicolo (targa o numero di telaio, anno di prima immatricolazione all′estero, data di importazione in Italia, data dell′ultima revisione effettuata).

Il modulo è disponibile online, con l′informativa privacy e le istruzioni di compilazione, su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link:

https://www.ilportaledellautomobilista.it/web/portale-automobilista/modulistica-documento-unico

Puoi prenderne visione del modulo e scaricarlo in formato PDF nella versione in lingua italiana e nella versione bilingue italiano-tedesco. Puoi prenderne visione e scaricarlo anche nella versione di cortesia in lingua inglese.

Puoi scaricare il modulo della domanda anche dal portale dell′Automobile Club d′Italia (ACI) al seguente link:

https://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/modulistica.html

La domanda può essere più facilmente compilata e sottoscritta direttamente in formato digitale recandosi ad uno STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) attivo presso l′Ufficio della Motorizzazione, l′Ufficio provinciale P.R.A. o uno Studio di Consulenza Automobilistica abilitato.

Gli importi dovuti sono disponibili sui tariffari reperibili su “Il Portale dell′Automobilista” al seguente link: https://www.ilportaledellautomobilista.it/documents/56611/82780328/TARIFFARIO_SDG_IT.pdf nonché sul portale dell'A.C.I. al seguente link: http://www.aci.it/i-servizi/guide-utili/guida-pratiche-auto/acquisto-veicolo-nuovo.html

Su entrambi i portali potrai effettuare, dopo la registrazione, il pagamento on line.

Potrai effettuare il pagamento anche presso gli S.T.A. che provvedono mediante modalità on-line.

Lo STA rilascia un documento unico di circolazione e di proprietà, non valido per la circolazione, attestante che il veicolo è stato cancellato in Italia. Con questo documento, il veicolo può essere reimmatricolato nello Stato di destinazione.

Se la persona che ha comprato il tuo veicolo lo immatricola all′estero prima che tu lo abbia a cancellato dall′Archivio Nazionale dei Veicoli e dal PRA, il veicolo continua ad essere intestato a tuo nome. Perciò, fino a quando il veicolo non viene cancellato non cessa il tuo obbligo di pagare il “bollo auto”.

In questo caso, potrai comunque chiedere la cancellazione del veicolo ma dovrai allegare alla domanda anche la copia della carta di circolazione estera rilasciata alla persona che ha comprato il tuo veicolo.

Cancellazione per demolizione di un veicolo a fine vita immatricolato in Italia

Se vuoi demolire il tuo veicolo, dovrai rivolgerti ad un centro di raccolta autorizzato (demolitore) consegnando, oltre al veicolo da demolire, anche:

Al momento della consegna del veicolo, il demolitore ti rilascia immediatamente il "certificato di rottamazione". Da questo momento non hai più l′obbligo di pagare il “bollo auto” e sei sollevato da ogni responsabilità (civile, penale e amministrativa).

Il demolitore provvede, entro trenta giorni, alla cancellazione del veicolo attraverso la presentazione di una domanda rivolta all′Ufficio della Motorizzazione e all′Ufficio Provinciale PRA competenti.

Termini per l′adozione dei provvedimenti

In via generale, i procedimenti descritti nel presente documento sono conclusi entro 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Eventuali termini più lunghi possono dipendere dalla complessità della pratica.

Mezzi di impugnazione

In via generale, i provvedimenti di diniego da parte degli Uffici della Motorizzazione sono impugnabili con:

Riferimenti Normativi

Le informazioni contenute nel presente documento sono tratte dalle vigenti disposizioni contenute nel codice della strada italiano (decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 consultabile sul sito www.normattiva.it al seguente link:

https://www.normattiva.it/uri-res/N2Ls?urn:nir:stato:decreto.legislativo:1992-04-30;285

Le principali norme del codice della strada che sono state prese a riferimento sono le seguenti:

Art. 93 - Formalità necessarie per la circolazione degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi

Art. 93-bis - Formalità necessarie per la circolazione degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi immatricolati in uno Stato estero e condotti da residenti in Italia

Art. 94 - Formalità per il trasferimento di proprietà degli autoveicoli, motoveicoli e rimorchi e per il trasferimento di residenza dell'intestatario

Art. 99 – Foglio di via

Art. 103 - Obblighi conseguenti alla cessazione della circolazione dei veicoli a motore e dei rimorchi

Art. 132 - Circolazione dei veicoli immatricolati negli Stati esteri

Art. 134 - Circolazione di autoveicoli e motoveicoli appartenenti a cittadini italiani residenti all'estero o a stranieri

Contatti delle Autorità competenti

Le Autorità competenti per i procedimenti illustrati nel presente documento sono gli Uffici della Motorizzazione Civile, presenti in ogni capoluogo di provincia.

Gli Uffici dipendono da 4 Direzioni Generali Territoriali, competenti per le regioni del nord-est, del nord-ovest, del centro e del sud.

L′elenco completo degli Uffici della Motorizzazione Civile, dei loro recapiti e dei nominativi dei loro responsabili sono consultabili sul sito del Ministero delle infrastrutture e della Mobilità sostenibili www.mit.gov.it ai seguenti link:

http://trasparenza.mit.gov.it/archivio13_strutture-organizzative_-1_14320_25_1.html (per il nord-ovest)

http://trasparenza.mit.gov.it/archivio13_strutture-organizzative_-1_14321_25_1.html (per il nord-est)

http://trasparenza.mit.gov.it/archivio13_strutture-organizzative_-1_14322_25_1.html (per il centro)

http://trasparenza.mit.gov.it/archivio13_strutture-organizzative_-1_14323_25_1.html (per il sud)